Cause e prevenzione dell’Herpes labiale

In questo articolo ci occuperemo delle cause e della prevenzione dell’Herpes labiale, un’infezione virale delle labbra molto comune.

L’herpes labiale è una fastidiosa quanto diffusa patologia delle labbra che si presenta come principale manifestazione clinica dell’infezione da Herpes simplex.

Cause-e-prevenzione-dell’Herpes-labiale

Questa stessa famiglia di virus fa capo anche ad un’altra malattia, meno comune ma sicuramente ben conosciuta: l’herpes genitale.

Più nello specifico la famiglia degli Herpes simplex è costituita da due principali sottotipi di virus:

• HSV-1, tipicamente associato all’herpes labiale

• HSV-2, tipicamente associato all’herpes genitale.

La forma labiale si manifesta con la formazione nella zona di bocca ed occhi di piccole bolle e vescicolette di colore bianco-rossastro, caratteristicamente ripiene di un liquido che contiene il virus e che può quindi rappresentare fonte di contagio.

Queste lesioni sono per tutti i versi simili a quelle che si riscontrano a livello degli organi genitali nell’herpes genitale, con l’ovvia differenza della diversa zona colpita.

A livello microscopico il virus, nel corso della sua replicazione, determina la rottura delle cellule epiteliali dove si trova ospitato e quindi la loro morte.

Ciò si traduce nella formazione delle tipiche lesioni descritte, che dopo 7-10 giorni vanno incontro a riparazione e diventano di natura crostosa.

Quali sono le cause dell’Herpes labiale?

L’unica causa di herpes labiale è l’infezione da Herpes simplex: non esistono altre condizioni che possono determinare la malattia.

cos-e-l'herpes-labiale-dentisti-michelangelo-13-napoli

La trasmissione del virus è legata al contatto ravvicinato, che può passare per azioni apparentemente sicure come:

• i baci,
• la condivisione delle posate,
• la condivisione del rasoio,
• la condivisione dell’asciugamani.

L’infezione da herpes simplex non è necessariamente legata a manifestazioni cliniche evidenti: il virus può infatti rimanere silente, annidandosi nei gangli nervosi, per poi andare incontro a riattivazione approfittando di un calo delle difese immunitarie o di un periodo di stress acuto.

Anche dopo la guarigione, che non è mai completa, il virus semplicemente torna in uno stato silente senza essere eradicato in maniera completa.

Quali sono i sintomi dell’Herpes labiale?

Tra i sintomi dell’infezione vi sono:

cos'è-l'herpes-labiale
  • formazione di vescicole rossastre e ripiene di liquido sieroso (limpido);
  • comparsa di dolore e bruciore nelle aree coperte da vescicole;
  • comparsa di prurito nelle aree coperte da vescicole;
  • riscontro di alterazioni della sensibilità nelle aree coperte da vescicole.

La rottura della vescicola, che può essere dovuta al grattamento piuttosto che a cause di natura quotidiana (un cibo particolarmente duro, l’attrito con l’asciugamani…), determina la liberazione del virus ed espone la pelle ad un rischio di altre infezioni (sovrainfezione batterica).

Durante la guarigione, il sanguinamento a seguito della rottura delle crostosità non deve fare preoccupare: si tratta di un fenomeno piuttosto frequente, e che si risolve autonomamente una volta ripristinata l’integrità cutanea.

Alcuni pazienti, oltre alle manifestazioni cutanee, sperimentano alcuni sintomi che possono ricordare una sindrome influenzale quali:


dolori muscolari (mialgie),
• febbre,
• mal di testa (cefalea),
• malessere generale,
• rigonfiamento linfonodale (linfadenopatia).

Come si fa diagnosi di Herpes labiale?

La diagnosi di herpes labiale è clinica, per cui è sufficiente l’osservazione da parte del proprio Dentista o del Medico curante.

Quanto tempo dura l’Herpes labiale?

La guarigione completa dai sintomi dell’herpes labiale impiega poco più di una settimana, ed è di norma compresa tra i 9 e gli 11 giorni di malattia.

A volte, dopo la guarigione, può persistere una macchiolina rossastra nelle zone dov’erano presenti le bolle; tuttavia, tale fenomeno non ha connotati patologici e non deve destare preoccupazione nel paziente.

L’utilizzo di preparazioni topiche a base di principi attivi antivirali (pomate) può potenzialmente accelerare i tempi di guarigione.

Come si cura l’Herpes labiale?

La terapia dell’herpes labiale si basa sull’utilizzo di antivirali specifici, solitamente sotto forma di creme da impiegare localmente; nonostante queste possano accelerare il decorso della malattia e velocizzare la guarigione, di solito il decorso non migliora di molto.

Il prurito può essere alleviato attraverso dei gel a base di cloruro d’alluminio, che vanno applicati più volte al giorno e che consentono di ridurre questo fastidioso sintomo.

Cause e prevenzione dell’Herpes labiale

Allo Studio Michelangelo 13 a Napoli rispettiamo scrupolosamente le linee guida di igiene e sicurezza a tutela della salute dei nostri pazienti e degli operatori sanitari per la prevenzione da eventuali infezioni dal personale dello studio al paziente e viceversa.

Inoltre, gli Specialisti Odontoiatri potranno fornire tutte le informazioni riguardo i possibili trattamenti dell’Herpes labiale.

Per maggiori informazioni o per prenotare una visita, contatta lo Studio Dentistico Michelangelo 13 a Napoli.

Avviso agli utenti
Le informazioni contenute in questa pagina sono pubblicate solo a scopo informativo e non possono sostituire in alcun caso il parere del dentista.

Bibliografia

Herpes Simplex Type 1
Global and Regional Estimates of Prevalent and Incident Herpes Simplex Virus Type 1 Infections in 2012

Condividi questo articolo

Lascia un commento