Cosa accade durante la pulizia dei denti?

Il regolare controllo dal dentista e la pulizia dei denti solitamente sono un appuntamento temuto da molti. Tra il dolore ai denti, la sola idea del trapano e il fastidio alla mascella è facile immaginarne il motivo. Ma, la verità è che per molte persone la pulizia dei denti è semplice e indolore. Sapere esattamente cosa accade durante il processo di pulizia dei denti può aiutare a diminuirne il disagio e permettere di godersi di più i suoi risultati. Ecco i vari step che questa comporta.
 

Step 1: Esame fisico

La pulizia dei denti è solitamente effettuata da un igienista dentale. Prima del processo di pulizia vero e proprio si esegue un esame di tutta la bocca. Con un piccolo specchio l’igienista dentale controlla intorno ai denti e le gengive se ci sono segni di gengiviti o altri eventuali problemi. Se ci sono problemi, sarà premura dell’igienista rivolgersi al dentista per verificare se sia il caso o meno di procedere con la pulizia dei denti.
 

Step 2: Rimozione della placca e del tartaro

Con il piccolo specchio a guidarlo, l’igienista usa uno specillo per rimuovere la placca e il tartaro accanto alle gengive e tra i denti. Più tartaro c’è e più tempo ci vorrà per rimuoverlo. Il tartaro si deposita anche se spazzoliamo i denti regolarmente, è buona norma recarsi dal dentista almeno una volta l’anno per effettuare una pulizia più approfondita.
 

Step 3: Dentrificio

Dopo aver rimosso il tartaro, i denti sono spazzolati con una spazzola elettrica che consente una pulizia profonda in grado di rimuovere ogni traccia di tartaro rimasta. I pulitori professionisti usano dentifrici molto simili ai dentifrici usuali, in quanto a gusto e aroma. In ogni caso, la loro consistenza più densa consente una pulizia maggiore.
 

Step 4: Filo interdentale

Malgrado lo usiate regolarmente a casa, non sarà mai efficace quanto quello passato da un esperto. Il vostro igienista dentale può arrivare in profondità tra i denti e localizzare eventuali punti problematici dove potrebbe esserci del sanguinamento gengivale. Potrebbe sembrare superfluo ma aiuta a rimuovere i residui di placca o dentifricio usato negli step 2 e 3.
 

Step 5: Risciacquo

Successivamente, si risciacqua la bocca per eliminare eventuali residui. Solitamente, si risciacqua con liquidi a base di fluoro.
 

Step 6: Fluoro trattamento

L’ultimo passaggio è il fluoro trattamento, attraverso il fluoride. Il fluoride è un minerale naturale utilizzato per prevenire la carie e rafforzare i denti, la sua azione dura diversi mesi. Il trattamento si esegue mettendo una schiuma all’interno di un’impronta dentaria che si poggia sui denti. E si lascia riposare per circa un minuto.
 

Altri possibili step della pulizia dei denti

I raggi x in ambito dentistico sono consigliati solitamente una volta l’anno, a seconda delle indicazioni del vostro dentista. Per i bambini il dentista potrebbe raccomandare l’otturazione dei molari per aiutare a prevenire le carie.
Il segreto per mantenere una buona igiene orale è andare dal dentista per controlli regolari. Capire cosa succede nella stanza del dentista e pensare che andando si prevengono alcune importanti patologie può aiutare a sentirsi più a proprio agio sulla poltrona odontoiatrica.
Fonte: pazienti.it