Mal di denti e carie: come riconoscerle

Il mal di denti e le carie possono essere sgradevoli compagni delle nostre giornate e spesso, un po’ per timore e un po’ per mancanza di tempo, rimandiamo la visita dallo specialista, aggravando ulteriormente la situazione. Ci sono però dei campanelli dall’allarme che dovremmo imparare a distinguere.

Sensazione di caldo o freddo quando mastico

Se avvertite frequentemente, più o meno intensamente, sensazioni di caldo o freddo nel corso della masticazione è probabile la presenza di una carie di discreta profondità su un dente.

Un forte dolore non associabile a un dente in particolare

A volte è possibile sentire sensazioni di dolore vivissimo che interessa tutta una zona del viso senza capire da quale dente possa provenire. Tale sensazione indica probabilmente la presenza di una carie dentale di elevata profondità. Questa può aver raggiunto e coinvolto il nervo presente nella polpa del dente, infettandolo e creando una risposta infiammatoria acuta.

Dolore su un dente preciso

Sentire dolore in particolar modo su un dente, che si acuisce nel corso della masticazione o semplicemente battendo i denti fra loro, può indicare la presenza di una carie dentale di elevata profondità. In questo caso, l’infezione ha raggiunto e coinvolto il nervo presente nella polpa del dente, provocando poi la morte di tale tessuto.

Dolore nella masticazione

Se avvertite sensazioni di dolore dentale esclusivamente nel corso della masticazione, con o senza l’accompagnamento di sensazioni di caldo e freddo, specie se a carico di un dente già precedentemente curato, è probabile la presenza di una lesione della parete esterna della radice, se non una vera e propria frattura di essa. In questo caso, recatevi quanto prima da un dentista.

Conclusioni

Una bocca sana, partendo da un’alimentazione corretta, garantisce all’intero organismo benefici non indifferenti. La prevenzione della carie e dei disturbi gengivali, inizia con una buona igiene orale da svolgere quotidianamente. Lo specialista saprà consigliarvi lo spazzolino e il collutorio più adatto a voi ed eventualmente vi illustrerà l’utilizzo del filo interdentale, strumento ancora poco utilizzato ma di indubbia efficacia. L’insieme di questi strumenti vi permetterà di rimuovere i residui di cibo e la placca batterica. È sempre consigliabile fare una visita e la pulizia dei denti una volta ogni sei mesi. In questo modo, anche in presenza di una piccola carie o di qualche altro problema latente, è possibile scoprirlo e curarlo in tempo.
Fonte: idoctors.it