L'igiene orale non è uguale per tutti!

Pulire bene i denti non è facile ed è importante discutere con il vostro dentista o igienista quali siano le manovre di igiene più adatte a voi. Non siamo tutti uguali e ciò che funziona nei vostri familiari potrebbe non essere sufficiente per voi!

Sembrerebbe la cosa più banale del mondo

Pulirsi bene i denti non è per niente facile. Le due malattie che creano la maggior parte del lavoro ai dentisti (la carie e la malattia parodontale) sarebbero largamente prevenibili, se tutti fossimo capaci di pulirci i denti in maniera eccellente. In realtà, la maggior parte delle persone riesce a lavarsi i denti solo superficialmente e frettolosamente.

Non siamo tutti uguali

Non esiste una ricetta unica per essere sicuri di lavarsi i denti accuratamente ed è sbagliato confrontare le proprie abitudini con quelle di persone vicine. Per alcune persone un’igiene orale anche non meticolosa può essere sufficiente a mantenere in salute i propri denti e gengive. Altri hanno bisogno di fare maggiore attenzione. Le uniche persone che potranno consigliarvi le migliori metodiche ed i migliori strumenti per la vostra specifica situazione sono il dentista e l’igienista dentale. Da questo punto di vista è perciò importante capire come le visite odontoiatriche e le sedute di pulizia dei denti debbano essere anche un momento di confronto, che si trasformerà per l’occasione nel vostro “personal trainer” di igiene orale.

Linee guida generali

In linea generale la federazione europea di parodontologia suggerisce di lavarsi i denti almeno due volte al giorno per due minuti. Importantissima è l’igiene interdentale ossia pulire in mezzo ai denti. In questo caso lo strumento per eccellenza non è il filo ma lo spazzolino interdentale o scovolino che non dovrebbe mai mancare a chi soffre di parodontite. È importante effettuare lo spazzolamento almeno due volte al giorno. Inoltre gli spazzolini elettrici appaiono essere più efficaci di quelli manuali.

Quanto spesso fare l’igiene professionale

Non essendo tutti uguali ognuno di noi ha una necessità diversa di programmazione delle proprie sedute di pulizia professionale. La frequenza giusta deve essere discussa con il vostro dentista in base alla predisposizione alle malattie orali e alla capacità di mantenere i denti puliti. In passato sembrava essere una regola adatta a tutti quella di andare dal dentista due volte l’anno per tutti. Tuttavia già da molti anni si è compreso che per i pazienti affetti da malattie parodontali poteva non essere sufficiente ricevere l’igiene professionale ogni 6 mesi. D’altro canto altre persone che non soffrono facilmente di carie né di parodontite e sono in grado di pulire bene i propri denti a casa potrebbero accontentarsi di fare l’igiene anche solo una volta all’anno.
È bene comunque ricordare che l’igiene orale non consiste solamente nel pulire i denti. Si tratta anche un importante momento diagnostico, durante il quale è possibile intercettare precocemente i problemi prima che diventino troppo grandi.
Fonte: gengive.org