Mal di testa o parodontite?

Spesso confusa con il mal di testa o con un problema della mandibola, la parodontite è un’infiammazione delle gengive che colpisce 20 milioni di persone nel nostro Paese, ma un italiano su quattro non sa cosa sia. E il 30% non si rivolge al dentista in caso di disturbi gengivali, provando a risolverli con rimedi fai da te.

La parodontite è un problema molto diffuso

È un disturbo che colpisce anche i giovani: il 43% degli under 35 ha già avuto almeno una volta nella vita un sintomo di infiammazione gengivale – spiega Mario Aimetti, presidente SIdP – Purtroppo questa patologia, se trascurata, può portare a conseguenze serie: sono circa 3 milioni gli italiani con un parodontite molto grave e per questo a rischio di perdere uno o più denti”.

Ma ancora poco conosciuto

Nonostante sia così diffusa, sono ancora tanti a non conoscerla. Secondo l’indagine Key-Stone commissionata dalla Società Italiana di Parodontologia e Implantologia (SIdP), la consapevolezza del problema sta migliorando ma c’è ancora molto da fare. Da un lato si è dimezzata passando dall’11 al 6% la percentuale di chi aspetta che i disturbi gengivali, come il sanguinamento, passino senza fare niente. Ma dall’altro un 25% di italiani non ha mai sentito parlare di parodontite; mentre fra chi la conosce solo il 30% sa davvero quali siano le conseguenze.

Dai rimedi della nonna al dottor Google

“Tanti ancora si affidano a rimedi ‘casalinghi’, dal cambio di dentifricio alle vitamine, che spesso però non risolvono la situazione rischiando che le condizioni della bocca peggiorino”, sottolinea Aimetti. La maggioranza degli italiani utilizza internet per informarsi sul tema, ed è forte la richiesta di informazioni provenienti da fonti autorevoli.

Meglio chiedere consiglio al parodontologo

Le infiammazioni gengivali  possono regredire con il giusto trattamento del dentista e con l’educazione a una corretta igiene orale domiciliare. Il dentista, o lo specialista in parodontologia, saprà fare una diagnosi corretta e pianificare la terapia più appropriata per trattare il disturbo e prevenire la parodontite.
Fonte: gengive.org