La parodontite 'smonta' i benefici dello sport

Una cattiva salute orale e in particolare la malattia delle gengive potrebbero contribuire a smontare gli effetti benefici dello sport sulla salute. Lo rivela uno studio che sarà presentato a EuroPerio 9, il congresso della Federazione Europea di Parodontologia che comincia oggi ad Amsterdam. “Lo studio conferma che per stare in salute, al riparo da malattie croniche e per invecchiare bene, è necessario non avere infiammazioni croniche, come nel caso della parodontite“, spiega Mario Aimetti, presidente della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia (SIdP).

Lo studio che sarà presentato a Europerio 9

Condotto da Joerg Eberhard della School of Dentistry & Charles Perkins Centre presso la University of Sydney, lo studio ha coinvolto diversi campioni di individui e mostra che soffrire di parodontite da moderata a grave è associato a bassi livelli di fitness cardiorespiratorio (ossia a scarsa forma fisica) e che l’esercizio fisico svolto da pazienti con parodontite grave non esercita i suoi effetti positivi e di difesa sui ‘telomeri’, le estremità dei cromosomi che sono state collegate alla vera età biologica di un individuo.

I benefici dello sport sull’organismo

I telomeri sono come dei cappucci protettivi dei cromosomi (il nostro corredo genetico), che si logorano con gli anni ma anche a causa di stili di vita scorretti. La lunghezza dei telomeri è stata collegata, infatti, all’aspettativa di vita. Lo sport è una delle sane abitudini che protegge i telomeri, anzi ne favorisce la rigenerazione.

Gli effetti vengono annullati dalla parodontite

Eberhard ha evidenziato che la parodontite ‘smonta’ gli effetti benefici dello sport sui telomeri. Infatti, chi ne soffre non ha i telomeri più ‘estesi’, anche se pratica sport regolarmente. Gli esperti hanno anche visto che la parodontite ‘annebbia’ gli effetti positivi dello sport sul controllo glicemico nei diabetici.

L’infiammazione delle gengive influenza tutto il corpo

Lo studio, sottolinea Aimetti, conferma che uno stato di infiammazione localizzata come nel caso della parodontite può influenzare lo stato infiammatorio di tutto l’organismo. In questo caso, quindi, può anche potenzialmente ‘annullare’ gli effetti dello sport sulla salute sistemica. Servono studi clinici su campioni più ampi di persone, conclude Eberhard, per comprendere i meccanismi con cui la parodontite annulla i benefici dello sport. L’ipotesi comunque è che il nesso tra cattiva igiene orale, attività fisica e salute sia da ricercarsi nella capacità dell’organismo di liberarsi dei radicali liberi e di tenere a bada la cascata di fattori pro-infiammatori da una parte favorita dalla malattia delle gengive, dall’altra attenuata dalla pratica sportiva.
Fonte: ansa.it