Per un alito a prova di bacio

Un bacio a San Valentino non deve e non può mancare. Per rendere però il gesto romantico e indimenticabile, bisogna ricordarsi di quanto sia importante l’igiene orale. Arrivare al fatidico momento con i denti sporchi e l’alito cattivo non è certamente di buon auspicio per una relazione duratura. Una bocca sana e pulita è una condizione fondamentale per un bacio indimenticabile, ovviamente in senso positivo. Ecco dunque qualche consiglio di igiene orale indispensabile per il bacio di San Valentino

Gli ingredienti giusti per il bacio di San Valentino

Lo spazzolino

La durata massima dello spazzolino è di tre mesi, poi smette di svolgere correttamente il suo lavoro e bisogna cambiarlo. Per pulire bene i denti bisogna spazzolare sempre la lingua, utilizzando anche dentifricio e concentrandosi soprattutto sulla zona più in fondo.

Il filo interdentale

Il filo interdentale è un grande alleato per eliminare i residui di cibo che si annidano negli angoli più remoti del cavo orale. Da usare sempre prima di andare a dormire.

Il collutorio

Il collutorio è importantissimo per disinfettare il cavo orale, combatte l’alitosi e regala una sensazione di freschezza immediata. Ovviamente non bisogna abusarne.

La pulizia dei denti professionale

Con la pulizia dei denti professionale effettuata nello studio dentistico si possono eliminare le incrostazioni di placca e tartaro e si proteggono i denti da eventuali carie e malattie dentali e gengivali.

L’alimentazione

Prima di baciare il tuo partner a San Valentino, è bene bere tanta acqua ed evitare di mangiare troppo. Sarebbe meglio mettere da parte cibi fritti, carne, latticini e spezie. Sí alla mela, al finocchio e alla menta come aiuto per una corretta digestione.

Le cattive abitudini

Fumo e alcool favoriscono la secchezza delle fauci e sono nemici dell’alito, quindi è meglio evitarli per quanto possibile. Non esagerare con il caffè: la sua acidità facilita la riproduzione dei batteri che causano il cattivo odore.
Fonte: benessereblog.it