Sanguinamento gengivale: meglio non sottovalutarlo

Un tempo definita come “piorrea” la parodontite, o malattia parodontale, è l’espressione di uno squilibrio tra la componente microbica che aderisce alla superficie dei denti in prossimità del passaggio verso la gengiva e la reazione dell’organismo che vuole opporsi a questi batteri nocivi.
Il termine “piorrea” definiva uno stato molto avanzato della patologia. Era caratterizzato dal profuso sanguinamento delle gengive, magari senza che queste fossero eccessivamente stimolate. Negli stadi più avanzati la fuoriuscita del pus dalle gengive era anche associata a un cattivo odore nella bocca e ad alitosi.

Il sanguinamento gengivale è un segnale d’allarme

La parodontite oggi colpisce una grandissima parte della popolazione e, se non curata adeguatamente, può portare alla perdita dei denti. Tipicamente questa evoluzione non è molto veloce ma, decorrendo senza sintomi chiari, spesso porta il paziente al controllo con l’odontoiatra quando il quadro ha già assunto aspetti drammatici.

Come non arrivare in ritardo

I consigli sono semplici: andare dal dentista almeno una volta all’anno e verificare con grande precisione il sanguinamento gengivale quando si lavano i denti. È questo il primo segnale d’allarme che, se trascurato, si tradurrà in una evoluzione negativa che farà cronicizzare la malattia rendendone più difficile la cura.

Il colore delle gengive

Quando sono sane, le gengive sono descritte di “color corallo”. Questo è in realtà un modo di dire comune differenziarlo dal colore rosso vivo tipico delle gengive infiammate che, sollecitate dalla placca batterica presente sulla superficie dentale, vanno incontro a un processo di sanguinamento anche con le normali manovre di igiene orale.

Gengive arrossate e piorrea

Il colore rosso vivo è un elemento molto importante per osservare la progressione delle problematiche gengivali. È l’espressione dei primi stadi dell’infiammazione che coinvolge i tessuti di supporto del dente, ovvero il parodonto. La gengiva arrossata accompagnata dal sanguinamento durante le manovre di igiene orale è, quindi, una chiara espressione dell’inizio della malattia parodontale.
Fonte: dica33.it