Spazzolino da denti e cattive abitudini

Ci sono cose che facciamo tutti i giorni, gesti che diventano abitudini consolidate e che finiscono con il passare inosservate benché rappresentino pericoli importanti per tutti i membri della famiglia nella loro quotidianità. Consideriamo, tra i vari gesti giornalieri, quello classico di lavarsi i denti, che, da indicazioni ben conosciute, dovrebbe esplicarsi 2 o 3 volte al giorno, dopo i pasti principali. Hai mai pensato a come si usa lo spazzolino da denti?

Le cattive abitudini che possono diventare pericolose  

Il bagno è potenzialmente il luogo più pulito della casa. Ma, se non è igienicamente curato, può divenire il ricettacolo per malattie e batteri di ogni tipo. È importante ricordare che gli spazzolini da denti servono a pulire, ma devono anche essere puliti, in particolare devono essere mantenuti efficienti e igienizzati.
Lo spazzolino dovrebbe essere sostituito almeno una volta ogni tre mesi o, comunque, ogni qualvolta inizi a essere consumato, con i caratteristici baffi, cioè le setole cominciano ad aprirsi. Vediamo quali sono le attenzioni per mantenere innocuo questo strumento di igiene personale. e per usarlo in modo sicuro.

Lo spazzolino che usate mentre siete malati, inevitabilmente si infetterà

I germi contenuti nella saliva e nel muco rimangono incastrati nelle setole e aumentano esponenzialmente il pericolo infezioni.
sciacquare-spazzolino-da-dentiMeglio lavare lo spazzolino con acqua bollente, oppure un goccio di acqua ossigenata e risciacquare molto bene o, nel dubbio, sostituirlo. In alternativa potete anche usare una miscela di bicarbonato e limone, magari lasciate in ammollo per un’oretta, a testa in giù. Ottimo è poi riporli in ordine con quel cappuccio trasparente che impedirà a polvere e altri microbi di depositarvisi sopra.

Spesso gli spazzolini sono tenuti tutti insieme in un unico bicchiere

Condividere il bagno con i propri familiari, o con dei coinquilini, significa anche lasciare nella stessa tazza i propri spazzolini. Però, far entrare in contatto oggetti così personali non è mai una buona cosa per la diffusione delle malattie. La bocca con le sue mucose è un ricettacolo di batteri non indifferente e noi, così facendo, ne alimentiamo il circolo e lo scambio.
A costo dunque di sembrare un po’ schizzinosi, ma a tutela della propria salute e di quella degli altri, meglio utilizzare diversi contenitori personali, così da dare modo allo spazzolino di non avere contatti con materiale non precisamente “nostro”.