Un controllo dal dentista può proteggere anche i polmoni

Molte persone ne hanno paura. Il dentista, però, potrebbe rivelarsi un prezioso alleato per la salute non solo della bocca, ma di tutto l’organismo. Un controllo periodico dal dentista, infatti, va ben oltre la prevenzione di carie e disturbi gengivali.

 Un controllo non solo per i  denti

«Un controllo regolare dal dentista è importante anche per ridurre il rischio di polmonite». Spiega Michelle Doll, della Virginia Commonwealth University. Ogni anno circa un milione di persone si ammala di polmonite negli Stati Uniti e 50mila non riescono a superare la malattia.
Per arrivare ai loro risultati, Doll e colleghi hanno analizzato i dati relativi a oltre 26mila soggetti. È stato scoperto che chi non si era mai recato dal dentista aveva una probabilità dell’86 per cento più alta di contrarre una polmonite batterica rispetto a chi vedeva il dentista regolarmente, due volte l’anno.

Igiene orale e salute dei polmoni

Ma cosa ha a che fare l’igiene orale con la salute dei polmoni? Tutti possono contrarre la polmonite, anche se si manifesta più facilmente in chi presenta malattie polmonari o sindromi come l’Aids. Esiste, però, un legame chiaro tra igiene orale e polmonite e non c’è dubbio che un controllo dentistico sia fondamentale per mantenere una buona igiene orale.

Attenzione ai batteri

Alla base di questa relazione ci sono i batteri che popolano la bocca. Nel caso dei batteri che causano la polmonite, ad esempio, questi devono essere inalati per essere in grado di causare un’infezione. Fare la pulizia dei denti e i check-up dal dentista può ridurre la quantità di questi batteri. Il cavo orale non sarà mai un ambiente sterile, ma una buona igiene orale può limitare il numero di batteri presenti. Questi dati sottolineano come la salute orale sia strettamente legata alla salute generale dell’organismo e suggeriscono anche l’importanza di includere le cure dentali nei controlli di routine per la salute.