Denti decidui e denti permanenti: conosci le differenze?

I denti decidui, conosciuti anche come denti da latte, svolgono un ruolo importante nello sviluppo delle ossa mascellari e della dentatura permanente: permettono la masticazione, la fonazione, la deglutizione, mantengono lo spazio per i denti permanenti e danno un bell’aspetto al sorriso del bambino, contribuendo alla sua autostima.

I denti decidui guidano quelli permanenti

I germi dei denti permanenti sono presenti nell’osso, sotto la gengiva. I denti da latte guidano la dentatura permanente nella posizione corretta e mantengono lo spazio. I denti decidui sono in numero di 10 per l’arcata dentaria superiore e di 10 per l’arcata inferiore; più precisamente, in base alla forma:

  • 2 incisivi centrali
  • 2 incisivi laterali
  • 2 canini
  • 4 molari decidui

denti-decidui-e-permanenti
Quando il dente permanente è pronto per erompere, le radici del dente deciduo vanno incontro a riassorbimento permettendo all’elemento di cadere spontaneamente. A questo punto il dente permanente ha spazio per muoversi verso il posto che deve occupare (fig. 5). I denti permanenti (fig.7) in un adulto con dentatura completa sono 32, 16 per ogni arcata. Sono così distribuiti:

  • 2 incisivi centrali
  • 2 incisivi laterali
  • 2 canini
  • 4 premolari
  • 6 molari

I primi molari sono gli elementi permanenti che erompono per primi, generalmente verso i 6 anni, circa in contemporanea con gli incisivi centrali inferiori. I primi molari nascono nella parte posteriore del cavo orale e non sostituiscono alcun dente deciduo, per questo motivo spesso sono scambiati per denti decidui. Gli ultimi denti, verso i 18-21 anni, sono i terzi molari o denti del giudizio e completano la dentizione permanente.

I denti permanenti devono durare tutta la vita

Un modo valido perché i bambi mantengano una buona salute orale e proteggano la loro bocca è insegnare loro comportamenti corretti nella vita di tutti i giorni. Quando un dente permanente erompe, le sue radici si stanno ancora formando: la formazione della radice si completa circa 3 anni dopo che l’elemento ha fatto la sua comparsa nel cavo orale. Un trauma ai denti tra i 6 e i 9 anni può interrompere questo processo e causare la perdita prematura del dente stesso o la sua decolorazione per morte delle cellule della polpa dentale.
Fonte: Società Italiana di Ortodonzia