Il fluoro serve davvero?

Il fluoro favorisce il deposito del calcio all’interno delle ossa, fortificandole, ma non solo. Il fluoro è indispensabile al corretto sviluppo dei denti.

Meno carie per bambini e adolescenti

Uno studio statunitense ha dimostrato che i bambini e gli adolescenti con un maggiore accesso all’acqua potabile fluorurata avevano meno probabilità di avere questa malattia ai denti. Coloro che avevano accesso alla fluorizzazione dell’acqua, infatti, hanno avuto una riduzione del 30% dei casi di carie nella dentizione primaria e del 12% nelle dentizioni permanenti. I risultati dimostrano come la fluorizzazione dell’acqua sia importante per la salute dentale dei bambini e degli adolescenti.

Il fluoro fa davvero bene?

In realtà, la necessità di somministrare fluoro ai bimbi è ancora al centro di discussioni e polemiche nonostante l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) abbia detto sì e anche il Governo italiano abbia aggiornato le Linee Guida relative alla salute dei denti, indicando l’utilità del fluoro sia nel prevenire la carie sia nel favorire la crescita di denti sani.

Se il fluoro è questa sostanza così utile e il suo uso è una strategia vincente contro la carie, è necessario però comprendere qual è il metodo di somministrazione migliore e quale sia il giusto dosaggio. Infatti, una dose eccessiva  potrebbe causare la fluorosi dentale, una patologia che si manifesta attraverso macchie chiare o scure sui denti e che può anche coinvolgere l’apparato scheletrico.

Sostanzialmente, molti scienziati sono del parere che sia importante somministrare al bambino il fluoro per via sistemica, a partire dalla nascita dei primi dentini. In seguito, se la predisposizione alla carie è forte, si può somministrare una dose minima di fluoro in gocce utilizzando anche un dentifricio fluorato. L’integrazione si può protrarre fino ai 16 anni, quando lo smalto dei denti raggiunge la forma adulta.

Ma fa bene anche agli anziani

In genere dopo l’adolescenza c’è tendenza a una diminuzione delle carie. Ma nell’anziano può verificarsi un nuovo aumento anche in chi non è stato predisposto precedentemente. Per questo il fluoro andrebbe utilizzato anche dagli adulti e soprattutto dagli anziani. La terza età, infatti, è un periodo della vita in cui i denti tendono più facilmente a cariarsi. Nei soggetti predisposti o in persone che hanno difficoltà a svolgere una corretta igiene domiciliare, il fluoro permette infatti una remineralizzazione delle superfici dentali, inibisce la demineralizzazione e ha azione antimicrobica.
Le informazioni fornite in questo articolo hanno natura generale e sono pubblicate a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il parere del medico