Soffri di alitosi? È più comune di quanto pensi

L’alitosi è uno dei motivi più comuni che porta le persone a ricorrere a cure dentistiche. Le cause sono diverse, ma la stragrande maggioranza si riduce all’igiene orale. Può causare preoccupazioni, imbarazzo e ansia, ma è relativamente facile da porre rimedio.

Una migliore igiene dentale, o troncare con il fumo, può spesso rimuovere il problema. Ma se l’alitosi persiste è consigliabile visitare un medico per verificare le cause sottostanti.

Il dentista può raccomandare un dentifricio che include un agente antibatterico o un collutorio antibatterico. In alternativa, se è presente una malattia gengivale, potrebbe essere necessaria una pulizia professionale per eliminare l’accumulo di batteri nelle tasche tra gengive e denti.

Le cause

Le potenziali cause dell’alitosi includono:

Tabacco. Oltre al cattivo alito aumenta le possibilità di malattie gengivali.

Secchezza delle fauci. Anche in caso di secchezza della bocca, che sia naturale o a causa di una malattia specifica, come la xerostomia, gli odori possono accumularsi.

Diete. Anche alcuni programmi di digiuno potrebbe causare alitosi. Ciò è dovuto alla scomposizione dei grassi che producono sostanze chimiche chiamate chetoni. Questi chetoni hanno un aroma forte.

Farmaci. Alcuni farmaci possono ridurre la saliva e, quindi, aumentare gli odori. Altri farmaci possono provocare odori mentre si rompono e rilasciano sostanze chimiche nel respiro. Esempi includono nitrati usati per trattare l’angina, alcune sostanze chimiche chemioterapiche e alcuni tranquillanti, come le fenotiazine.

Cibo. Alcuni alimenti come cipolle e aglio e caffe possono causare l’alitosi. Questo perché dopo essere stati digeriti, i loro prodotti in decomposizione vengono trasportati nel sangue e ai polmoni, dove possono influenzare il respiro.

Corpo estraneo. L’alitosi può essere causata se un corpo estraneo si alloggia nella cavità nasale, specialmente nei bambini.

Malattie. Alcuni tumori e altre malattie metaboliche possono causare alitosi, a causa delle miscele specifiche di sostanze chimiche che producono. La malattia da reflusso gastroesofageo può causare l’alitosi a causa del regolare reflusso di acidi dello stomaco.

Cause più rare di alitosi

Le cause più rare di alitosi includono:

Chetoacidosi. Quando i livelli di insulina di una persona con diabete sono molto bassi, i loro corpi non possono più usare lo zucchero e iniziano invece a usare depositi di grasso. Quando il grasso viene scomposto, i chetoni si accumulano.

Ostruzione intestinale. Il respiro può puzzare dopo un prolungato periodo di vomito, soprattutto se è presente un’ostruzione intestinale.

Bronchiectasie. Questa è una condizione a lungo termine in cui le vie respiratorie diventano più larghe del normale, consentendo un accumulo di muco che porta ad alitosi.

Polmonite da aspirazione: gonfiore o infezione dei polmoni o delle vie respiratorie a causa dell’inalazione di vomito, saliva, cibo o liquidi.

Diagnosi

Esistono alcuni rivelatori in grado di valutare gli odori in modo preciso, come l’halimeter che rileva livelli di zolfo; la gascromatografia, un test che misura tre composti volatili di zolfo (acido solfidrico, metilmercaptano e dimetil solfuro); test della beta-galattosidasi, poiché è stato scoperto che i livelli dell’enzima beta-galattosidasi sono correlati all’odore della bocca.

Le informazioni fornite in questo articolo hanno natura generale e sono pubblicate a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il parere del medico

Lascia un commento